SI VOTA IL BILANCIO, MA LA MAGGIORANZA NON HA IL NUMERO LEGALE

Oggi in Sala Rossa si sarebbe dovuto discutere il Bilancio di previsione 2023-2025, il documento che autorizza tutte le spese che la Città di Torino sosterrà nei prossimi mesi.

Un documento che si può sintetizzare in tre concetti: nuovo aumento delle tasse per i Torinesi, tagli alla spesa corrente (dunque ai servizi) per le annualità 2024-2025 e totale assenza di prospettive per il futuro, poiché si chiude esclusivamente grazie alle entrate straordinarie del Pnrr e del Patto per Torino.

Nonostante il bilancio sia a tutti gli effetti l’atto più importante della Città, la maggioranza non ha tenuto il numero legale per portare al voto la deliberazione: seduta chiusa con largo anticipo e discussione rimandata al prossimo consiglio.

Se questo è il senso di responsabilità dimostrato dalla maggioranza PD che governa Torino, che ormai da mesi chiede sacrifici ai cittadini in cambio di servizi scadenti e di una qualità della vita sempre più bassa, sono davvero preoccupato per il futuro della Città.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *